In applicazione del Decreto Rettorale n. 2844 del 18.11.2021 (https://www.unipg.it/files/pagine/1791/2021-11-18-dr-2844.pdf) a partire dalunedì 29 novembre 2021, l’utilizzo delle aulesarà garantito al 100% della capienza dei posti disponibili e non sarà più necessaria la prenotazione tramite SOL. La capienza delle aule corrisponde al numero dei posti seduti disponibili. 
L’accesso alle attività in presenza è consentito solo agli studenti con certificazione verde Covid-19 valida, e in aula è obbligatorio l’uso delle mascherine.
Gli studenti sono tenuti ad annotare la presenza in aula apponendo la propria firma su un registro cartaceo, che sarà conservato dal docente titolare del corso di insegnamento per 14 giorni.

Description

GENERAL DESCRIPTION

L1 MARK ONLYLipidOne, a freely available software that processes lipidomics data to help researchers to find new relationships between lipid profile and the activity of enzymes/genes involved.

LipidOne, automatically highlights all qualitative and quantitative changes in lipid building blocks both among all detected lipid classes and among experimental groups.  Thanks to LipiOne, the discovered differences in lipid building blocks can be easily linked to the activity of specific enzyme classes and or gene expression.

CITATION

Please, cite our work as:

Work in progress.

CONTACT

For general questions concerning the use of the software please contact Roberto Maria Pellegrino (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

For problems with installation, operation, software compatibility contact Matteo Giulietti (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Download

Click here to download

LipidOne is an executable file that does not require installation. Follow the instructions below and try working with our example datasets.

Instruction:

a) For the first time only, the user must install the Gnuplot graphics libraries. They can be downloaded free of charge from: https://sourceforge.net/projects/gnuplot/files/gnuplot/5.4.2;

b) Download LipidOne and place it in a folder of the user's choice.

c) Double click on the icon to start LipidOne.

---

*) We would like to thank Dmitry Karasik and colleagues for the development of the Perl Prima library (http://www.prima.eu.org/), which we used for the development of the Graphical User Interface of LipidOne.

**) We also thank Thomas Williams and colleagues for their GNUPLOT graphical library (http://www.gnuplot.info/), useful for the creation of the LipidOne bar graphs.

Dataset

Try and explore some example datasets with LipidOne.

RETINA: Trzeciecka, A. et al. (2019) Comparative lipid profiling dataset of the inflammation-induced optic nerve regeneration. Data in Brief, 2352-3409.

FUNGUS: Lipid profiling of fungus (our internal, unpublished results).

ALGAE: Lipid profiling of algae from Riken Demonstration Files (http://prime.psc.riken.jp/compms/msdial/main.html).

Note: If the lipid annotation of your dataset does not comply with the LSI guidelines*, you can convert your data with LipidLynxX Converter.

---

*) Liebisch,G. et al. (2020) Update on LIPID MAPS classification, nomenclature, and shorthand notation for MS-derived lipid structures. Journal of Lipid Research, 61, 1539-1555.

How to use

lipidoneThree-step LipidOne workflow

1) Data upload: the user must select a data matrix (txt or csv tab delimited file) containing the names and concentrations in each lipid sample detected (see example dataset). The accepted lipid nomenclature is the "molecular species level" or "sn-position level" as reported by the Lipidomics Standards Initiative (LSI) Guidelines.

2) Query selection: The user starts to explore the dataset using seven types of analysis and dynamic context-dependent menus.

3) Get results: all graphs and tables can be exported.

Click here to download the quick guide 

License

GENERAL STATEMENT

LipidOne is free software: you can redistribute it and/or modify it under the terms of the GNU General Public License as published by the Free Software Foundation, either version 3 of the License, or (at your option) any later version.

DISCLAIMER

LipidOne is distributed in the hope that it will be useful, but WITHOUT ANY WARRANTY; without even the implied warranty of MERCHANTABILITY or FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE. See the GNU General Public License for more details.

CONTACT

For general questions concerning the use of the software please contact Roberto Maria Pellegrino (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

For problems with installation, operation, software compatibility contact Matteo Giulietti (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Gli studenti del primo anno di Chimica per poter accedere ai laboratori didattici devono aver svolto il corso obbligatorio di Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro sulla legge 81/2008 e sostenuto con esito positivo il relativo esame finale.

Dall’a.a. 2019/2020 tale corso è attivo sulla piattaforma Unistudium dell'Università di Perugia.

Lo studente è invitato ad entrare in UniStudium e a seguire tutte le video-lezioni previste per i rischi relativi al corso di Chimica. Soltanto dopo aver terminato il corso potrà iscriversi all'esame finale (cliccando alla voce "prenotazione esame in presenza") che avverrà in aula, in date riportate in questa pagina.

Percorso da seguire in UniStudium per accedere al corso on line:
Una volta effettuato l'accesso in Unistudium con le credenziali personali (https://www.unistudium.unipg.it/) seguire i link Home ► Corsi ► E-Learning d'Ateneo: Corsi, Attività e Progetti ► Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro. Cliccando poi sull'icona con la "i" (introduzione), a destra del titolo CORSO D.LGS. n.81/2008 - STUDENTI sarà possibile visualizzare l'elenco dei Corsi di Studio a cui il corso si riferisce e selezionare quello relativo al Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie.

Esame finale del corso: Mercoledì 20 Ottobre 2021  ore 14:00  DA REMOTO in UNISTUDIUM.

Gli studenti iscritti all'esame riceveranno per mail l'invito a collegarsi ad un evento denominato Esame finale Prevenzione e Sicurezza CdL in Chimica del 20/10/2021 sulla piattaforma TEAMS dove riceveranno ulteriori istruzioni per l'esecuzione del test.

Ogni studente dovrà tenere a portata di mano un documento di riconoscimento.

ATTESTATO: gli studenti che avranno ottenuto l'idoneità troveranno l'Attestato di avvenuta formazione in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nella propria area riservata di Ateneo (accessibile tramite le credenziali uniche di Ateneo personali) alla voce Formazione.

Convocazione

Documentazione relativa al punto 2 o.d.g.: Approvazione verbale seduta precedente - Verbale 8 del 20.7.2021

Documentazione relativa al punto 5 o.d.g.: Relazione sull’attività dei Ricercatori a Tempo Determinato - Goracci

Documentazione relativa al punto 8 o.d.g.: Ratifica decreti - DD da 153 a 184

 

XXXVII cycle - A.A. 2021/22, 2022/23 and 2023/2024 (also valid for XXXV and XXXVI cycles)

List of the ad-Hoc Courses Offered

List of the scientific Seminars offered for the PhD cycles XXXVII, XXXVI and XXXV

Gli esami di profitto si svolgeranno in modalità online.

Gli studenti con disabilità che incontrano difficoltà a collegarsi online, a sentire bene le voci dei docenti che pongono le domande d’esame (ad es. perché le voci sono riprodotte elettronicamente dal computer) possono chiedere che le domande d'esame gli siano rivolte per iscritto ed eventualmente anche rispondere per iscritto alle domande, in deroga alla regola generale che prevede lo svolgimento orale delle prove d’esame online.

Questa possibilità è prevista espressamente nella Guida esami di profitto online, a pag. 11, punti 2.4.1 e 2.4.2. In tal caso lo studente viene "trasformato da Partecipante in Relatore" (Vedi APPENDICE C della Guida esami di profitto) e attraverso la funzione "condividi" del Software Microsoft Teams, può sottomettere la risposta scritta alla domanda d'esame.

Gli studenti interessati devono contattare la prof.ssa Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., che provvederà a segnalare l'esigenza alla commissione d'esame.

Delegato dipartimentale per l'Orientamento e Servizi agli Studenti: Dr. Stefano Crocchianti (075.585.5515, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Docenti di riferimento ai quali gli studenti possono rivolgersi in caso di necessità per richiedere un servizio di tutorato personale e per concordare le corrispondenti modalità di svolgimento:

Dr. Ferdinando Costantino (075.585.5514, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Dr. Maria Noelia Faginas Lago (075.585.5527 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Dr. Pier Luigi Gentili (075.585.5576, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Prof. Raimondo Germani (075.585.5538-48, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Prof.ssa Oriana Piermatti (075.585.5559, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Prof. Aldo Romani (075.585.5620, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Prof.ssa Paola Sassi (075.585.5585, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Docenti che assistono gli studenti nella scelta degli insegnamenti opzionali previsti dal Regolamento, coadiuvati dalla Dott.ssa D. Bonelli:

Prof.ssa Nadia Balucani (075.585.5507, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Prof. Raimondo Germani (075.585.5538, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Prof.ssa Loredana Latterini (075.585.5214, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Prof.ssa Paola Belanzoni (075.585.5520, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Prof. Aldo Romani (075.585.5620, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Il Corso di laurea in Scienze Biologiche è ad accesso programmato locale. Per l'anno accademico 2019/20 sono disponibili, per l'immatricolazione, 180 posti di cui 171 per il contingente comunitario.

Per immatricolarsi al suddetto corso è necessario il possesso del diploma di scuola secondaria superiore o titolo equivalente conseguito all’estero idoneo all’iscrizione ai corsi di laurea.

Le modalità di immatricolazione, definite dall’Ateneo, nonché  quelle relative alle eventuali prove selettive, sono dettagliatamente descritte nell' "Avviso modalità richiesta di immatricolazione"  reperibile nel sito:

https://www.unipg.it/didattica/accesso-corsi-numero-programmato/corsi-di-laurea?layout=concorso&idConcorso=16273.

ATTENZIONE: La richiesta di immatricolazione dovrà essere effettuata dal 1 luglio 2019 ed entro il termine perentorio delle ore 13.00 del 23 agosto 2019 alla pagina https://unipg.esse3.cineca.it/Home.do.

Scorrimento graduatoria

Si comunica che alla pagina https://www.unipg.it/didattica/accesso-corsi-numero-programmato/corsi-di-laurea?layout=concorso&idConcorso=16273 è stato pubblicato l'Avviso di scorrimento di graduatoria.

I candidati aventi diritto all’immatricolazione sono tenuti ad effettuare l’immatricolazione mediante il pagamento del bollettino della prima rata di immatricolazione, pena l’esclusione, entro il termine perentorio del 15 ottobre 2019.

Per le modalità di immatricolazione consultare l’indirizzo http://www.unipg.it/didattica/procedure-amministrative/immatricolazioni.

I candidati che risultano già iscritti ad altro Corso di Laurea possono effettuare il passaggio entro e non oltre il 15 ottobre 2019 contattando l’Ufficio carriere studenti di appartenenza

Pubblicazione graduatorie concorso ammissione - sessione estiva A.A. 2019/20

Si informa che alla pagina  https://www.unipg.it/didattica/accesso-corsi-numero-programmato/corsi-di-laurea?layout=concorso&idConcorso=16273 sono state pubblicate le graduatorie del concorso per l'ammissione ai Corsi di Laurea in BiotecnologieScienze Biologiche - Sessione estiva A.A. 2019/20 e l'avviso per l'immatricolazione.

31/10/2019:
Si comunica che alla pagina https://www.unipg.it/didattica/accesso-corsi-numero-programmato/corsi-di-laurea?layout=concorso&idConcorso=16273 è pubblicato l'Avviso per l'apertura delle immatricolazioni e le richieste di passaggio ai Corsi di Laurea in Biotecnologie e Scienze Biologiche per il numero dei posti rimasti disponibili al termine dello scorrimento delle graduatorie A.A. 2018/19 (n. 43 posti per il CdL in Biotecnologie e n. 56 posti per il CdL in Scienze Biologiche).
La richiesta di immatricolazione o di passaggio dovrà essere presentata presso l'Ufficio Servizio Gestione Carriere Studenti di Scienze farmaceutiche, Chimica, Matematica e Informatica - Piazza dell'Università n. 1 (PG), entro il termine del 7 novembre 2019.

 

Per maggiori informazioni:

https://www.youtube.com/watch?v=rSNwdCmhoSg&feature=youtu.be

Presidente del Consiglio di Intercorso dei Corsi di Laurea e Laurea Magistrale di Area Biologica e Naturalistica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Segreteria didattica del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie: 075.585.5643.

Segreteria didattica del Corso di Laurea: 075.585.7376/7375.

 

PLS – Area Chimica

Resoconto di alcune attività svolte nell’anno 2018

Azione a “Laboratorio per l’insegnamento delle scienze di base”

Questa attività del PLS è iniziata, come negli anni passati, durante il mese di gennaio 2018 con alcuni incontri preparatori e organizzativi per via telematica con alcuni docenti della scuola secondaria di secondo grado. I contatti sono serviti per iniziare a coprogettare gli interventi dedicati agli studenti e individuare le tematiche più utili per il loro corso di formazione. Ulteriori contatti sono stati tenuti tramite incontri dei singoli docenti con il coordinatore del PLS, in particolare per i docenti delle scuole di Perugia. La tematica individuata da proporre agli studenti è stata, anche per quest’anno: La Chimica Forense, argomento sempre molto richiesto dai ragazzi e dai docenti.

Come per l’anno precedente questa tematica è stata sviluppata in sinergia con il PLS di Biologia e Biotecnologie. Come negli anni passati l’argomento è stato trattato e sviluppato sia in forma di lezioni frontali che in forma di attività di laboratorio a posto singolo per ogni studente, per quanto riguarda l’area chimica.

La Chimica come “strumento” d’indagine in ambito forense e investigativo. La scienza Forense è l’applicazione dei principi, delle conoscenze, dei metodi e delle tecniche, delle normali scienze, necessari per ricostruire gli eventi avvenuti sulla scena di un crimine e fornire informazioni per rispondere a questioni di natura legale. Per Chimica Forense s’intende lo studio dell’insieme delle conoscenze e dei metodi di analisi chimica, quali- e quantitativi applicati all’investigazione delle impronte e degli indizi, per la risoluzione di problemi di carattere legale.

Durante l’incontro sono stati illustrati i principi su cui si basa la chimica forense e le principali metodologie impiegate in tale ambito. L’incontro ha avuto come obiettivo quello di illustrare agli studenti:

-il significato e l’utilizzo di test presuntivi (screening tests);

-la ricerca di diverse prove fisiche tramite l’utilizzo di spot-test.

Introduzione teorica

Ruolo della chimica nella scienza forense:

  • Le prove fisiche
  • Gli spot test
  • Caratteristiche degli spot-test
  • Realizzazione di spot test presuntivi
  • Rassegna di alcuni spot test relativi per il riconoscimento di prove fisiche.

Esperienza di laboratorio

Sono stati eseguiti una serie di spot test mirati al riconoscimento presuntivo di:

-Impronte digitali latenti

-Residui di armi da fuoco

-Polveri ossidanti

-Farmaci ed alcool

-Saliva

-Sangue.

Questa attività è stata svolta nel mese di febbraio e nella prima quindicina di marzo. A partire dal 7 febbraio 2018 sono iniziate le attività relative all’azione A “Laboratorio per l’insegnamento delle scienze di base” del PLS. L’attività è consistita in incontri pomeridiani di 3 h (15.00-18.00) dove gli studenti e i docenti della scuola secondaria di secondo grado hanno eseguito degli esperimenti a posto singolo sulla tematica di Chimica Forense. L’attività è stata svolta presso il Laboratorio Didattico di Chimica Organica (40 postazioni allestite) del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie. L’attività è stata supportata dal contributo di sei tutor (studenti della Laurea Magistrale in Scienze Chimiche che si sono alternati durante i vari giorni).

Sono stati impegnati 20 pomeriggi dal 6 febbraio fino al 14 marzo. Gli studenti della scuola secondaria che hanno partecipato sono stati complessivamente 672, appartenenti alle classi, IV e V.

Gli istituti scolastici della regione coinvolti sono stati 20 e i docenti della scuola secondaria che hanno partecipato all’attività sono stati 40. Le scuole coinvolte coprono adeguatamente tutta l’Umbria. A tutti i partecipanti è stato consegnato un fascicolo stampato a colori degli esperimenti. Tre Istituti scolastici hanno partecipato all’azione A nel mese di maggio per problemi organizzativi interni, il Liceo Classico “A. Mariotti (Perugia), il IIS G. Bruno (Perugia) e il Liceo “Città di Piero (Sansepolcro).

Attività di Divulgazione

Progetto: Tavola Periodica e Mostra di Chimica

La Tavola Periodica degli Elementi rappresenta una delle vette più alte nel campo dello studio del mondo che ci circonda, una sintesi delle nostre conoscenze di come gli atomi e le molecole interagiscano tra loro per dare forma a tutta la realtà che ci circonda. Il prossimo anno (2019) ricorrerà il centocinquantesimo anniversario di questa storica pietra miliare, e la mostra La Chimica. Storia, Scienza, Società, realizzata in collaborazione con il Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno, vuole trasmettere al pubblico tutto il fascino che la Chimica, una disciplina affascinante e spesso mal vista e interpretata, dovrebbe infondere in ognuno di noi.

La Mostra ha costituito uno degli eventi principali della Festa di Scienza e di Filosofia - Virtute e Conoscenza 2018. La mostra è stata tenuta nella città di Foligno presso il palazzo Brunetti Candiotti dal 7 al 29 Aprile. (Brochure)

La mostra ha avuto come elemento principale la Tavola Periodica degli elementi di dimensioni 3m x 2m contenete campioni reali di quasi tutti gli elementi ad eccezione di quelli radioattivi e di quelli non rappresentabili fisicamente. La tavola è una struttura tridimensionale realizzata in Corian®, ogni cella è collegata ad un sistema digitale che permette a ciascun utente di selezionare tramite il dispositivo una cella, la quale si illumina mostrando il campione reale contenuto.

Accanto alla tavola Periodica è stato costruito un percorso di exhibit, dove gli studenti del IV e V di alcuni Istituti secondari di secondo grado hanno illustrato ed eseguito gli esperimenti coinvolgendo il pubblico. Gli studenti coinvolti sono stati precedentemente formati nei mesi di dicembre e gennaio e marzo tramite diversi incontri presso il Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno. La formazione dei ragazzi coinvolti, 60, e dei docenti accompagnatori è stata tenuta dal sottoscritto Prof. Raimondo Germani e dal Dottor Gabriele Pastori. Gli incontri di formazione hanno previsto un’introduzione alla tavola periodica e agli elementi chimici, aspetti scientifici e storia della scoperta di una selezione degli elementi. In questa fase sono state illustrate le modalità con cui gli studenti potevano collaborare alla realizzazione del progetto:

  • Suggerimenti sulle fonti (soprattutto quelle reperibili in internet) dalle quali acquisire le informazioni necessarie;
  • Realizzazione di schede informative sugli elementi chimici da esporre durante la mostra;
  • Eventuale realizzazione di contributi personali degli studenti (fotografie, disegni etc.);
  • Realizzazione delle schede degli elementi chimici.

La formazione ha poi riguardato l’illustrazione teorico-pratica delle esperienze connesse alla mostra di chimica.

Per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado, sono state illustrate e realizzate delle esperienze finalizzate alla formazione degli studenti che saranno presenti durante la mostra per illustrare l’esposizione ai visitatori. Gli argomenti trattati, legati agli esperimenti, sono stati: i colori della chimica, i cristalli, i liquidi, i sistemi plurifasici, i fluidi magnetici, le matrici gel, la scienza dei materiali e la chimica spettacolare. Connesse con la mostra sono state anche organizzate e realizzate delle mini-conferenze di divulgazione scientifica tenute da docenti universitari dell’Università degli Studi di Perugia nei gironi 7, 13, 14, 21 Aprile.

Azione b “Attività didattiche di autovalutazione”

I test di autovalutazione hanno lo scopo di valutare le conoscenze dello studente ma soprattutto è una verifica indiretta della capacità del docente di trasferire conoscenza. È con questo approccio che sono stati proposti i test di autovalutazione.

Durante gli incontri con gli studenti per l’azione A, sono stati forniti a ognuno dei docenti referenti e accompagnatori 50 copie cartacee di due tipologie di test di autovalutazione da somministrare agli studenti delle proprie classi. L’obiettivo era di somministrare i test nel mese di maggio massimo i primi di giugno e quindi riconsegnate il materiale per essere analizzato. Un primo test di autovalutazione è costituito da 15 domande con 5 risposte di cui una giusta confezionato prendendo spunto dai test CISIA, il secondo test è invece costituito da 20 domande costruite basandosi sui concetti forniti agli studenti durante le attività PLS nei vari anni.

Il test è stato svolto direttamente nelle varie scuole in tempi diversi. Il materiale cartaceo è stato successivamente raccolto ed esaminato. Dopo la sua correzione del test di autovalutazione, i risultati sono stati forniti ai docenti referenti e commentati.

Benché globalmente i test abbiano fornito risultati buoni, ed alcune classi hanno risposto ai test in maniera ottima, sono emerse da parte degli studenti alcune lacune sistematiche, non legate al tipo di Istituto, ma riconducibili allo sviluppo di alcuni argomenti che forse vengono trattati non in maniera adeguata da parte dei docenti. Sulla base di questa osservazione nel corso di formazione rivolto ai docenti, che si è svolto nel mese di settembre, è stata programmata una lezione ad hoc per cercare di migliorare alcuni aspetti emersi lacunosi nell’insegnamento.

Azione c “Formazione insegnanti”

Come per l’anno 2017 il corso di aggiornamento è stato tenuto nel solo mese di settembre 2018, periodo, sulla carta, con minori impegni istituzionali da parte dei docenti della scuola secondaria di II grado.

Il corso di formazione è stato tenuto in 6 incontri pomeridiani di 4 ore ognuno. Gli incontri sono avvenuti nei giorni 6, 11, 13, 18, 20 e 25 settembre. I docenti che hanno partecipato al corso sono stati complessivamente 67 appartenenti a 21 Istituti Scolastici che coprono adeguatamente sia la provincia di Perugia che quella di Terni (Elenco docenti).

Come per l’attività dello scorso anno, il corso di formazione è stato integrato tra l’area chimica quella biologica e quella biotecnologica, complessivamente i docenti hanno seguito 24 ore di formazione sulle tre discipline.

Per quanto riguarda i contenuti di area chimica sono stati affrontati e ulteriormente sviluppati alcuni argomenti collegati a quelli proposti nel 2017:

1. La sturttura delle molecole (Prof. R. Germani)

2. Gli Esteri: gli odori della frutta (Prof. R. Germani)

3. Molecole dalla forma curiosa (Prof. R. Germani)

4. Coloranti organici naturali (Prof.ssa C. Clementi)

5. La chimica con la luce. Fare luce con la chimica (Prof.ssa T. Del Giacco)

Per la didattica dei gruppi funzionali è stato selezionato il gruppo estereo, all’interno di questo argomento sono stati sviluppati diversi aspetti fino a toccare argomenti come gli oli, grassi, cere e saponi.

La tematica sul colore delle molecole è stata sviluppata ulteriormente focalizzando l’attenzione sui coloranti naturali per la tintura di fibre tessili. Altra tematica iniziata, su richiesta dei docenti è stata la struttura e la forma delle molecole, in quest’ambito sono state trattate le diverse teorie.

Alla fine del percorso è stata fatta una prima rielaborazione collegiale dei contenuti degli incontri. Per alcuni degli argomenti trattati sono state costruite anche delle schede per attività sperimentale di laboratorio.

Al termine dell’attività di formazione, ai docenti è stata somministrata una scheda anonima di valutazione del corso seguito con dieci domande, più un campo libero per commenti (Scheda valutazione). L’analisi delle risposte ha evidenziato un attimo riscontro dell’attività svolta sia in termini di contenuti proposti sia in termini di adeguatezza dei relatori. Com’è inevitabile l’unica lieve criticità, dedotta dai commenti liberi, nasce per la sovrapposizione delle date degli incontri con gli impegni scolastici dei docenti. Tuttavia più del 85% dei docenti partecipanti a seguito almeno 4 dei 6 incontri.

L’attività di formazione di area chimica è stata realizzata con il contributo del Prof. Raimondo Germani e delle ricercatrici Dott.ssa Tiziana del Giacco e Dott.ssa Catia Clementi ed è stata supportata dal contributo di due tutor (studenti della Laurea Magistrale in Scienze Chimiche).

Attività di formazione nei confronti di molti dei docenti partecipanti è chiaramente stata realizzata anche durante la costruzione degli esperimenti per l’azione A.

Come fatto anche nel precedente anno, sono stati realizzati ulteriori incontri con valenza di orientamento e di formazione presso alcune scuole della Regione, su richiesta dei docenti Il 22 dicembre 2018 è stato tenuto un seminario didattico-divulgativo di 2h presso il Liceo Scientifico e Artistico “G. Marconi” di Foligno dal titolo “Le molecole dalla forma curiosa”, all’incontro hanno partecipato circa 100 ragazzi e i relativi docenti (Prof.sse Tocchi, Pedullà, Minelli). Sempre nello stesso istituto il 5 febbraio 2018 è stata tenuta un’attività laboratoriale, in orario scolastico di 4h, che ha avuto come argomento “I coloranti Azoici”. Durante questo incontro, aperto ai ragazzi del IV e V sono state eseguite, con l’aiuto dei ragazzi, delle semplici preparazioni di composti colorati azoici con proprietà acido-base.

Il 17 gennaio 2018, su richiesta dei docenti dell’Istituto ISIS “I. Calvino” di Città della Pieve è stato tenuto un incontro con studenti e docenti (Prof. Del Rosso, Nardini, Locritani, Stefanelli), avente come argomento “Una breve introduzione alla Chimica Organica”. Durata dell’intervento 2h presenza di 60 studenti.